Libri in Piazza


- 19, 20, 21: i giorni di Libri in piazza “Libri in piazza” è una manifestazione nata nel 2017 dal progetto Sognalibro, in occasione della  giornata mondiale del libro.  Sognalibro è un progetto sostenuto dagli educatori del Centro diurno di Cirié, gestito dalla Cooperativa “Il Raggio”; l'obiettivo è quello di lavorare con gli utenti per la creazione di iniziative culturali sul territorio di appartenenza. È nata così “libri in piazza” una giornata di vendita di libri usati organizzata da alcuni enti del territorio.  

- 10 : gli enti coinvolti nell'organizzazione Enti diversi uniti insieme allo scopo di raccogliere fondi per l'associazione EOS, che si occupa di dopo scuola in contesti multiculturali problematici; lo scopo, però, è soprattutto quello di tessere una rete tra enti diversi, per finalità e gestione, ma uniti tutti dal loro essere parte di una comunità, elementi importanti di un stesso territorio. Una serie di tavoli ha ospitato i libri raccolti dalla Cooperativa “Il Raggio”, dall'educativa territoriale della Cooperativa Valdocco, dal C.I.S. di Cirié, dall'associazione l'“Orsetto”, dall'Istituto Fermi Galilei, dall'associazione “Muoversi Allegramente”, dalla Pro-Loco di Devesi, dall'Istituto Comprensivo 1 di Cirié, dalla biblioteca di Nole; tutti sotto l'insegna di “Libri in piazza”. Ognuno ha portato la sua specificità e, ad esempio, le scuole hanno organizzato alcune letture; gli studenti delle scuole superiori hanno letto brani del libro “Mio fratello rincorre i dinosauri”, di Giacomo Mazzariol, ai ragazzi delle scuole medie. Questi ultimi hanno letto a bambini delle scuole elementari alcuni frammenti del libro “Shotaro. Il bambino che voleva diventare samurai”, di  Maria Giulia Cotini. In questa circolarità di letture le scuole si sono permesse si affrontare il tema della diversità attraverso le parole sincere e delicate di un fratello di un giovane con sindrome di down e di una giovane donna con disabilità. Si sono poi creati con le scuole superiori due incontri con la scrittrice Margherita Giacobino che ha presentato, prima presso il Centro diurno e poi presso la biblioteca comunale di Cirié, il suo ultimo libro “Il prezzo del sogno”. Su questo libro, una biografia romanzata di Patricia Highsmith, scrittrice lesbica vissuta nel dopoguerra, gli studenti ed alcuni utenti del Centro diurno hanno fatto un lavoro di lettura e analisi, che ha avuto la sua conclusione con la realizzazione di un'intervista-reading e di una lettera alla scrittrice. In questo caso si è posto l'accento su una diversa diversità che, con la disabilità, ha in comune una cosa: è ricchezza per la comunità.  

- 48: i km da Cirié a Chieri Non solo libri in piazza San Giovanni ma anche giocoleria e spettacoli di clownerie ad opera di Atlas Circus, il laboratorio artistico “Per fare un libro ci vuol la carta” realizzato da Barbara Pasinato e una diretta radiofonica di Radio Ohm. Perché anche se tra Chieri e Cirié ci sono ben 48 Km questo non ha impedito ai partecipanti del programma radiofonico Pro Loco di partecipare all'iniziativa; insieme a loro, i presenti alla giornata hanno raccontato della loro partecipazione all'iniziativa ed è stato realizzato un programma radiofonico che aveva per fil rouge i libri e la lettura ma che alla fine ha toccato diversi argomenti, grazie all'arricchente diversità delle persone coinvolte.  

- 930: il ricavato della vendita dei libri Ai tavoli si son fermate circa centocinquanta persone che hanno acquistato libri per 930 euro circa; una cifra che permetterà ai volontari dell'associazione EOS di comprare materiali per i suoi studenti. Ma non è stato il guadagno l'elemento fondamentale; la cosa più importante è successa dietro ai tavoli pieni di libri. Volontari, professionisti dell'educazione, studenti di svariate età, utenti dei diversi servizi del territorio, tutte persone diverse unite per uno scopo comune; persone che si sono conosciute, hanno creato rete e posto le basi per future collaborazioni facendo esperienza diretta e concreta dell'essere comunità.